La vérité: un Kore’eda fuori dai confini (e fuori fuoco)

La settantaseiesima edizione del Festival del Cinema di Venezia si è aperta oggi con l’ultima opera di Hirokazu Kore’eda, La vérité. Il regista nipponico, reduce dalla Palma d’Oro conquistata nel 2018 con Shoplifters, si cimenta per la prima volta in carriera con un cast internazionale e con un’opera interamente girata al di fuori del Giappone, consegnando al pubblico veneziano un’opera “di rottura” con la sua precedente poetica.