Addio a Luke Perry: con lui se ne va anche Dylan di “Beverly Hills”, il bello e dannato degli anni ’90!

Addio a Luke Perry: con lui se ne va anche Dylan di “Beverly Hills”, il bello e dannato degli anni ’90!

“Dylan o Brandon?”, questa la domanda che divideva le teenager degli anni ’90, quando la serie “Beverly Hills 90210” spopolava e prometteva di diventare un vero e proprio cult.

Io personalmente ho sempre preferito Dylan: affascinante, ombroso, irrequieto, un buono che finiva nei giri sbagliati, con quell’inquietudine interiore che ha sempre caratterizzato i belli impossibili.

E così quando ieri Luke Perry, l’attore americano che ha dato il volto a Dylan Mckay, si è spento a soli 52 anni, a causa di un ictus improvviso, se ne è andata anche una parte della mia adolescenza.

E sono sicura che la stessa sensazione l’abbiate provata in tanti, perché non solo Dylan/Luke ma anche Brenda (Shannen Doherty), Brandon (Jason Priestley), Kelly (Jennie Garth), Steve (Ian Ziering), Andrea (Gabrielle Carteris), David (Brian Austin Green) e Donna (Tori Spelling), hanno accompagnato la nostra adolescenza con le loro storie, amori e vicissitudini, tanto che ancora oggi “Beverly Hills 90210” nella nostra mente continua a rendere indimenticabili gli anni ’90.

Sullo schermo Dylan era il più “figo” della West Beverly High School, conteso dalla mora Brenda e dalla biondissima Kelly, nella vita Luke è stato sposato con Rachel “Minnie” Sharp dal 1993 al 2003 che, secondo il gossip, pare fosse una sua fan sfegatata e lo avesse conquistato mandandogli un suo reggiseno.

Da “Minnie” Luke ha avuto i suoi due figli Jack e Sophie, la coppia è rimasta assieme fino al 2003. Dal 2017 l’attore era fidanzato con Wendy Madison Bauer, che avrebbe dovuto sposare a breve.

La carriera di Luke Perry prese il volo nel 1990 grazie a “Beverly Hills 90210“, fino ad allora l’attore aveva partecipato solo ad alcune soap opera come “Quando si ama” e “Destini“. Ricoprì il ruolo di Dylan McKay dal 1990 al 1998, con una piccola pausa dove prese parte al cinepanettone “Vacanze di Natale ’95“. Sul piccolo schermo recitò anche in “Oz“, “Le cose che amo di te“, “Will & Grace” e fu protagonista della serie fantascientifica “Jeremiah“.

Ne “I Simpson” la sua versione animata era la telespalla di Krusty il clown, mentre sul grande schermo apparve in diversi film fra cui: “Buffy – L’Ammazza Vampiri“, “Il quinto elemento” di Luc Besson, i 3 capitoli di “Good night for justice“, un western diretto anche dallo storico collega Jason Priestley, e “The Beat Beneath My Feet” diretto da John Williams.

Ultimamente era ritornato in auge sul piccolo schermo grazie a “Riverdale“, dove dal 2017 interpretava la parte di Fred Andrews, padre di uno dei protagonisti.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*