FILMAMO | SEGUICI SU

8 grandi film di spionaggio che non possono mancare nella tua collezione

8 grandi film di spionaggio che non possono mancare nella tua collezione

Dai migliori film romantici del 2017, torniamo invece alla tensione dei film spy: quali sono i migliori di sempre?

La spia più famosa del mondo? Beh, per me James Bond! Fin da piccola restavo incollata allo schermo immersa nelle sue avventure fra corse contro il tempo, intrighi internazionali e chi più ne ha più ne metta.

Sicuramente gli anni d’oro dello spionaggio in letteratura e al cinema sono stati quelli della seconda Guerra Mondiale, e del muro di Berlino, dove gli spy raccontavano al mondo le grandi tensioni fintamente celate, così come gli anni ’70 della Guerra Fredda e del complottismo, dove esisteva un sotto-testo nascosto al pubblico.

Ma i film di spionaggio continuano ancora oggi così come, oltre a James Bond, si susseguono altre spie diventate celebri: ci sono Jason Burne, della saga “The Burne Identity“, Ethan Hunt dei “Mission Impossibile“, Nikita di Besson, Jack Ryan, interpretato negli anni da Alec Baldwin, Harrison Ford e Ben Affleck, e potrei andare avanti ancora a lungo.

E se dovessimo scegliere i nostri film di spionaggio preferiti? Beh, ecco quelli che secondo noi non possono mancare nella vostra collezione!

1 – Ipcress (1965)

di Sidney J. Furie

A Londra, Harry Palmer, un agente del controspionaggio britannico, il Secret Intelligence Service, riceve l’incarico dal suo superiore, il colonnello Ross, di indagare sulla scomparsa di due scienziati.

2 – Notorious, l’amante perduta (1946)

di Alfred Hitchcock

Donna di dubbia moralità è costretta dai servizi segreti USA a sposare a Rio de Janeiro il capo di un’organizzazione neonazista. La salva dalla morte un collega innamorato. Sulla base di un romantico melodramma d’amore (scritto benissimo da Ben Hecht che, con Rains, fu “nominato” all’Oscar), è un thriller razionalista e crudele che trasmette allo spettatore emozioni e malessere. Il suo Leitmotiv è il bere. Bergman iperluminosa. A differenza degli altri film hitchcockiani di spionaggio, non c’è spazio per l’umorismo.

3 – I tre giorni del condor (1975)

di Sydney Pollack

Un ricercatore della CIA è l’unico superstite di una sezione di New York dell’organizzazione, sterminata da un gruppo di sicari. Con l’aiuto di Kathie sfugge agli assassini che lo braccano e scopre che dietro al complotto si nasconde la CIA stessa, un suo settore deviato.

4 – Intrigo internazionale (1959)

di Alfred Hitchcock

Un pubblicitario, Roger Thornhill, viene scambiato per un agente di nome Kaplan e rapito da un’organizzazione spionistica che tenta di ucciderlo. Riesce a fuggire, ma nessuno vuol credere alla sua storia: anzi, per un altro equivoco, viene accusato dell’assassinio di un diplomatico. Una misteriosa bionda, Eva, sembra aiutarlo, ma si rivela poi essere l’amante del cattivo.

5 – La spia – A Most Wanted Man (2014)

di Anton Corbijn

Günther Bachmann è un agente segreto anti-terrorismo con base ad Amburgo. Bachmann deve indagare su un rispettato accademico musulmano che sta appoggiando segretamente delle attività terroristiche tramite donazioni ad una compagnia di navigazione con sede a Cipro. Con l’aiuto di una giovane avvocatessa, di un’astuta agente della CIA e di un losco banchiere, Bachmann organizza un contorto piano per incastrare il suo obiettivo.

6 – Agente 007 – Missione Goldfinger (1964)

di Guy Hamilton

Sospettato di contrabbandare oro, un ricco individuo, Goldfinger, è sottoposto alla vigilanza del celebre agente del servizio segreto James Bond. Questi, però, viene sequestrato da Goldfinger, il quale intende portare a termine un’audace impresa criminale destinata a privare gli Stati Uniti della loro riserva aurea.

7 – The Bourne Identity (2002)

di Doug Liman 

Un uomo gravemente ferito viene raccolto in mare. Una volta ristabilitosi scopre di aver perso totalmente la memoria ma non le proprie abilità, dal parlare varie lingue all’usare con disinvoltura armi e arti marziali. Il recupero di una cassetta di sicurezza presso una banca di Zurigo non fa che aggiungere confusione, visto che contiene sei passaporti diversi. Tra tutte l’identità, la più probabile sembrerebbe quella di Jason Bourne, americano residente a Parigi. Giocoforza recarvisi, convincendo una ragazza a dargli un passaggio in cambio di 10.000 dollari. Ma qualcuno della Cia sa benissimo chi è lo smemorato, e preferirebbe decisamente vederlo morto…

8 – Mission Impossibile (1996)

di Brian De Palma 

Una lista, registrata su un floppy disk, rivela le vere identità dei più agguerriti agenti segreti in servizio dopo il 1989. Vale milioni di dollari. Ethan Hunt (Cruise, anche produttore) e i suoi colleghi dell’IMF le danno la caccia in un giro di doppie verità, doppi giochi, complotti, tradimenti. I personaggi contano poco, irrilevanti le morti violente e la distinzione tra buoni e cattivi.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*