Nanni Moretti: in anteprima al Torino Film Festival il suo “Santiago Italia”

Nanni Moretti: in anteprima al Torino Film Festival il suo “Santiago Italia”

Dopo “Mia Madre” torna il regista Nanni Moretti con il docufilm “Santiago Italia“, che sarà in anteprima al Torino Film Festival, dal 23 novembre all’1° dicembre, e uscirà ufficialmente nelle sale italiane il 6 dicembre.

La pellicola, attraverso filmati originali e la testimonianza dei diretti protagonisti, racconta le conseguenze del colpo di stato in Cile del 1973, ed in particolare il ruolo ricoperto dall’ambasciata italiana a Santiago che fu rifugio di tanti oppositori del generale Pinochet.

In attesa di vedere “Santiago Italia“, ecco i film migliori del regista italiano.

1 – Caro Diario (1993)

con Nanni Moretti, Giovanna Bozzolo, Sebastiano Nardone, Antonio Petrocelli

Caro diario è composto da tre episodi in cui Moretti interpreta sé stesso in una sorta di diario aperto, come suggerisce il titolo. In “Vespa”, Moretti ci porta alla scoperta di una Roma semideserta ad agosto, in “Isole”, ci offre una gita alle Eolie da Lipari ad Alicudi e in “Medici”, ci racconta un’odissea sanitaria che il regista ha vissuto realmente.

2 – Bianca (1984)

con Nanni Moretti, Laura Morante, Roberto Vezzosi, Remo Remotti

Michele è un insegnante di matematica, paranoico e solitario, vive spiando la vita di coppia dei suoi amici e conoscenti. Quando una vicina di casa verrà trovata uccisa, Michele sarà considerato tra i sospettati. Nel frattempo Michele si innamora di una collega, Bianca, che per un breve ma intenso periodo gli regalerà un po’ di gioia e un certo equilibrio mentale.

3 – Ecce Bombo (1978)

con Nanni Moretti, Lina Sastri, Piero Galletti, Carola Stagnaro

Michele, Mirko, Vito e Goffredo, quattro amici ex sessantottini, stufi di spendere le serate in maniera inconcludente al bar, decidono di affidarsi all’autocoscienza per risolvere le proprie insoddisfazioni.

4 – La messa è finita (1985)

con Nanni Moretti, Ferruccio De Ceresa, Marco Messeri, Vincenzo Salemme

In concorso al Festival di Berlino del 1986, il film ha vinto l’Orso d’argento, gran premio della giuria e ottenuto la menzione speciale della giuria Cicae. Don Giulio è un sacerdote che, dopo alcuni anni di servizio lontano da casa, torna a Roma, dove gli viene affidata una parrocchia di periferia.Una volta in città, recupera i rapporti con la famiglia e con gli amici, ma scopre che molte cose sono cambiate.

5 – Palombella Rossa (1989)

con Nanni Moretti, Silvio Orlando, Asia Argento, Mariella Valentini

La crisi ideologica della sinistra italiana durante la fine dei due blocchi, giocata sulla perdita di memoria del protagonista, metafora sull’identità perduta da parte del vecchio Partito Comunista Italiano.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*