A Martin Scorsese va il premio alla carriera al Festival del Cinema di Roma: ecco i suoi film migliori

A Martin Scorsese va il premio alla carriera al Festival del Cinema di Roma: ecco i suoi film migliori

È stato da poco premiato alla Festa del Cinema di Roma uno dei più grandi registi della storia: Martin Scorsese! Un premio alla carriera meritatissimo per l’autore di veri e propri capolavori come “Taxi Driver“, “Toro scatenato“, “Quei bravi ragazzi” o “The Wolf of Wall Street“.

E allora il modo migliore per celebrare Martin Scorsese è facendo una bella maratona dei film migliori.

Ecco la nostra playlist!

1 – Taxi Driver (1976)

con Robert De Niro, Cybill Shepherd, Harvey Keitel, Jodie Foster

New York: Travis Bickle, veterano del Vietnam in congedo, soffre d’insonnia e decide di impegnare le proprie notti facendo il tassista. Completamente disadattato ma idealista alla ricerca di uno scopo, l’uomo si invaghirà di una ragazza e le chiederà di uscire. Quando le cose tra i due andranno storte, Travis, definitivamente disilluso riguardo la società, si chiuderà in sé stesso. Comincerà così per il tassista una claustrofobica discesa nel baratro della solitudine, in bilico sui margini della sanità mentale.

2 – Toro Scatenato (1980)

con Robert De Niro, Joe Pesci, Cathy Moriarty, Frank Vincent

1941. Jack La Motta inizia a tirare i primi pugni a New York, ma non riesce a sfondare perché non vuole sottostare alle regole della malavita che controlla la boxe. Jack però è così bravo che vince comunque il titolo della sua categoria. Ma gli anni dei trionfi passano ed arriva anche la crisi.

3 – Quei bravi ragazzi (1990)

con Robert De Niro, Ray Liotta, Joe Pesci, Lorraine Bracco

Henry Hill, figlio di emigranti italo-irlandesi, fin da giovane entra a far parte della piccola mafia dei quartieri poveri di New York. Ma ben presto scopre la ferocia dei boss locali che usano chiamarsi fra di loro “bravi ragazzi”…

4 – Casinò (1995)

con Robert De Niro, Sharon Stone, Joe Pesci, James Woods

A Las Vegas, un giocatore d’azzardo viene assoldato dalla Famiglia per dirigere un casinò. Il suo sogno è quello di diventare ricco e rispettabile ma ad ostacolarlo sarà il carattere della moglie ed un suo amico gangster.

5 – Mean Streets (1973)

con Harvey Keitel, Robert De Niro, David Proval, Amy Robinson

New York, 1973. Charlie è un trentenne diviso tra l’aspirazione all’arrampicata sociale con l’aiuto di uno zio mafioso, l’amore per la cugina epilettica Teresa e la volontà di prendersi cura del cugino di lei, Johnny Boy, un mattacchione insofferente a qualsiasi regola di comportamento. Charlie si muove per le strade del suo quartiere, Little Italy, tra debiti, risse e scorribande notturne, alla vigilia della festa di San Gennaro. Con lui ci sono anche Tony, titolare del bar che funge da ritrovo fisso del gruppo, e Michael, l’arrogante e il permaloso della compagnia, pronto a tutto pur di dare una dimostrazione di forza.

6 – The Wolf of Wall Street (2013)

con Leonardo DiCaprio, Jonah Hill, Margot Robbie, Kyle Chandler

Basato su una storia vera, The Wolf of Wall Street segue l’impressionante ascesa e la caduta di Jordan Belfort (interpretato dal premio Oscar Leonardo DiCaprio), il broker di New York che conquista una fortuna incredibile truffando milioni di investitori. Il film segue la folle cavalcata di Belfort, un giovane “nuovo arrivato” a Wall Street che si trasforma via via in un corrotto manipolatore dei mercati e in un cowboy della Borsa. Avendo conquistato rapidamente una ricchezza enorme, Jordan la utilizza per comprarsi un’infinita gamma di afrodisiaci: donne, cocaina, automobili, la moglie supermodella e una vita leggendaria fatta di aspirazioni e acquisti senza limiti. Ma mentre la società di Belfort, la Stratton Oakmont, è sulla cresta dell’onda e sguazza nella gratificazione edonistica più estrema, la SEC e l’FBI tengono d’occhio il suo impero contrassegnato dagli eccessi.

7 – The Aviator (2004)

con Leonardo DiCaprio, Cate Blanchett, Kate Beckinsale, John C. Reilly

Gli anni d’oro dell’eccentrico miliardario Howard Hughes, industriale, produttore, regista, progettista e aviatore, ma ancora più celebre per i suoi amori per le dive più belle e famose dell’epoca.

8 – The Departed (2006)

con Leonardo DiCaprio, Matt Damon, Jack Nicholson, Mark Wahlberg

Boston. È in atto una guerra tra la polizia locale e una banda della malavita organizzata. Billy Costigan, giovane poliziotto in incognito, riceve l’incarico di infiltrarsi nella gang capeggiata dal boss Frank Costello. Mentre Billy guadagna rapidamente la fiducia di Costello, Colin Sullivan, giovane criminale incallito, infiltrato nel dipartimento di polizia come informatore della gang, guadagna una posizione di rilievo nell’unità speciale di investigazione. Sia Billy che Colin vivono questa doppia vita come un’esperienza alienante, alla ricerca di piani e contropiani delle operazioni. Ma appena appare chiara l’esistenza di una talpa, sia all’interno della polizia che fra i gangster, Billy e Colin si ritrovano improvvisamente in pericolo. Entrambi dovranno, in una corsa contro il tempo, scoprire l’identità dell’altro per salvarsi.

9 – Gangs of New York (2002)

con Leonardo DiCaprio, Daniel Day-Lewis, Cameron Diaz, Liam Neeson

New York, 1846, quartiere di Five Points. Una cruenta battaglia tra gangs sancisce il trionfo di William Cutting detto Billy the Butcher, capo dei nativi americani e la morte di Padre Vallon, protettore degli emigranti. Sedici anni dopo il figlio di questi, Amsterdam, esce dal riformatorio fermamente deciso a ingraziarsi l’assassino di suo padre per poi fare vendetta. Conosciuto Billy, Amsterdam ne viene in pratica adottato e arriva a salvargli la vita. Una volta scoperto e sfigurato, si risolverà a combattere apertamente contro di lui. Ma sono gli anni della Guerra Civile: l’ultimo scontro tra le gang sarà decisamente superato in violenza e ferocia dall’intervento delle truppe inviate a far rispettare la coscrizione obbligatoria.

10 – Cape Fear – Il promontorio della paura (1991)

con Robert De Niro, Nick Nolte, Jessica Lange, Juliette Lewis

 

Max Cady, psicopatico e maniaco sessuale, vuole vendicarsi dell’avvocato Sam Bowden, responsabile della sua incarcerazione. Comincia così a perseguitare Bowden e la sua famiglia.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*