FILMAMO | SEGUICI SU

Playlist: migliori film a tema sportivo

Playlist: migliori film a tema sportivo

E dopo il nostro viaggio alla scoperta dei migliori film d’azione, oggi cambiamo argomento e parliamo di sport: quali sono i migliori film a tema sportivo di sempre?

C’è chi lo sport lo pratica, e c’è chi ama, come me, seguirlo comodamente seduto sul divano o, perché no, dentro una sala cinematografica! Sì, perché di film a tema sportivo ce ne sono un’infinità, il segreto per scegliere quelli “vincenti” è scoprire quali pellicole riescono davvero a farci vivere le stesse emozioni provate da chi lo sport lo pratica in modo agonistico!

E allora ecco la nostra playlist dei migliori film a tema sportivo!

1 – Million Dollar Baby (2004)

di Clint Eastwood

Maggie Fitzgerald fa la cameriera, ha passato i trent’anni ma ancora sogna di affermarsi come boxeuse, e ha anche incontrato l’allenatore che fa al caso suo. Peccato che Frankie Dunn non voglia saperne di allenare una donna…

2 – Rocky (1976)

di John G. Avildsen

Rocky Balboa vivacchia a Filadelfia, riscuotendo i crediti di un usuraio italo-americano e vincendo qualche piccolo incontro come pugile dilettante. Con l’aiuto di un saggio allenatore accetta per amore di Adriana e per una borsa di 150000 dollari la sfida del nero Apollo Creed, campione dei pesi massimi, proponendosi non di vincere, ma di arrivare alla 15a ripresa.

3 – Fuga per la vittoria (1981)

di John Huston

A Parigi nel 1943 un generale della Wehrmacht, appassionato di calcio, promuove una partita tra la nazionale tedesca e una squadra formata da prigionieri di guerra alleati. È un’operazione di propaganda bellica, ma la Resistenza francese ne approfitta per organizzare durante l’intervallo l’evasione dei prigionieri che, invece, per orgoglio sportivo, rimangono in campo, strappando un pareggio nonostante un arbitraggio scandaloso, e riuscendo a fuggire, mescolati alla folla festante che ha invaso lo stadio.

4 – Toro Scatenato (1980)

di Martin Scorsese

1941. Jack La Motta inizia a tirare i primi pugni a New York, ma non riesce a sfondare perché non vuole sottostare alle regole della malavita che controlla la boxe. Jack però è così bravo che riesce comunque a vincere il titolo della sua categoria. Ma gli anni dei trionfi passano ed arriva anche la crisi.

5 – Rush (2013)

di Ron Howard

Ambientato sullo sfondo dell’epoca d’oro, sexy e glamour della Formula 1, RUSH ritrae l’entusiasmante storia vera di due dei più grandi rivali che il mondo abbia mai visto: il bel playboy inglese James Hunt e il suo metodico e brillante avversario, Niki Lauda. Prendendo spunto dalla loro vita personale sia in pista che fuori, RUSH segue i due piloti mentre si spingono sino al punto di rottura della resistenza fisica e psicologica, in cui non vi è alcuna scorciatoia per la vittoria e nessun margine di errore.

6 – Ogni maledetta domenica (1986)

di Oliver Stone

 

L’allenatore dei Miami Sharks Tony D’Amato è in crisi ora che la sua squadra, dopo due anni di successi, è in calo di rendimento. Ad aggravare le cose ci sono l’infortunio del quarterback titolare “Cap” Rooney e le pressioni della giovane proprietaria Christina Pagniacci.

7 – Invictus (2009)

di Clint Eastwood

Le dolorose tappe del cammino che ha portato Nelson Mandela alla presidenza del Sud Africa spingendolo a collaborare col capitano della squadra nazionale di rugby, Francois Pienaar, per tenere unito il paese dopo l’apartheid.

8 – I, Tonya (2017)

di Craig Gillespie

La vita di Tonya Harding, pattinatrice artistica su ghiaccio, dai 4 ai 44 anni: dagli albori della carriera, all’ascesa, fino alla sua cadura e allo scandolo che la vide accusata di aver provocato l’incidente alla rivale Nancy Kerrigan…

9 – Momenti di gloria (1981)

di Hug Hudson

La preparazione atletica, il cameratismo universitario e l’avventura olimpica, a Parigi nel 1924, di due atleti britannici: Eric Liddel, cattolico religiosissimo, che corre per la gloria e la gioia del Signore, e Harold Abrahams, ebreo, che gareggia contro il pregiudizio della società protestante.

10 – Le riserve (2000)

di Howard Deutch

 

Nel 1987 i giocatori di football americano scesero in sciopero. Per evitare disastri a sponsor e società, i presidenti assunsero giocatori non professionisti. L’allenatore McGinty (Hackman) mette insieme una squadra di strani personaggi, fra cui Shane Falco (Reeves), l’unico (ex) professionista. Le “riserve” sapranno comunque farsi onore.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*