FILMAMO | SEGUICI SU

È morto Shinobu Hashimoto, lo sceneggiatore preferito di Akira Kurosawa

È morto Shinobu Hashimoto, lo sceneggiatore preferito di Akira Kurosawa

Shinobu Hashimoto, sapete chi è? Forse alcuni non riescono a fare subito mente locale, ma sicuramente se vi dico “I sette samurai“, ecco che le cose diventano immediatamente più chiare.

Hashimoto infatti fu l’incredibile autore del capolavoro di Akira Kurosawa, parlo al passato perché purtroppo Shinobu si è spento oggi a Tokyo a causa di una polmonite. Aveva 100 anni e tantissimi successi alle spalle.

La sua carriera prese il via grazie a un suo script basato sul racconto di Ryūnosuke Akutagawa “Nel bosco”, il suo soggetto incuriosì Kurosawa che nel 1950 decise così di realizzarne un adattamento cinematografico dal titolo “Rashomon“, con cui vinse il Leone d’Oro a Venezia.

Da allora Hashimoto divenne collaboratore fisso di Kurosawa per cui scrisse capolavori come “Vivere“, “I sette samurai“, “Il trono di sangue” e “Dodes’ka-den“.

Hashimoto lavorò poi per altri registi come Masaki Kobayashi e Kihachi Okamoto, per il network tv KRT scrisse “I Want to Be a Shellfish“, un dramma sulla Seconda Guerra Mondiale, che adattò poi per il cinema nel suo primo lavoro da regista.

Nel 1973 lanciò la sua casa di produzione, successivamente scrisse la sceneggiatura del thriller horror “Village of Eight Gravestones” e nel 2006 raccolse le sue memorie della collaborazione con Kurosawa nel libro “Compound Cinematics: Akira Kurosawa and I“.

Si ritirò dal mondo del cinema nel 1982, dopo che il suo film da regista “Maboroshi no mizumi (Il lago delle illusioni)” fu stroncato da pubblico e critica.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*